Mezza di Busto: acqua a volontà!

Pubblicata il 12 novembre 2012 nella categoria Resoconti

Fissata già da tempo come la mezza autunnale in cui dare tutto mi ritrovo con l’amico Gabriele con cui condivido il viaggio. La pioggia battente fa subito nascer dubbi sulla realizzabilità dei nostri obiettivi: 4’10”/km per me e muro dell’1:20 per lui.
Durante il viaggio la situazione non cambia ma oramai pare che a Busto Arsizio siano abbonati alla pioggia quasi come i Fò di Pe con la Quisa!
La logistica è ottima per quanto riguarda i parcheggi ma decisamente al limite in quanto a spogliatoi e struttura di accoglienza: 2.000 runner son tanti e con l’acqua che scende a secchiate lo spazio e gli accessi alle aree coperte risultano un po’ tirati.

Ottimo il presidio del percorso, con i volontari che resistono alle infinite strombazzate di clacson di automobilisti al limite dello sclerotico. Scene già viste lo scorso anno. Scene che temo rivedremo anche in futuro.
Percorso pianeggiante ma non velocissimo viste le parecchie curve e la mancanza degli amati vialoni in cui mettersi a testa bassa e trovare il proprio equilibrio di corsa.

Succoso il pacco gara con maglia tecnica a maniche lunghe e novità del servizio pacer a coprire, con intervalli di 5 minuti, i tempi da 1:20 a 1:45.

C’è chi si è lamentato delle docce fredde, ma bastava prendersi la briga di leggere le informazioni consegnate con il chip per scoprire che vi era libero accesso alle vicine piscine, con docce in quantità industriale e acqua bollente a volontà!
Alla fine dopo una gara abbastanza regolare chiudo contentissimo ritoccando il personale a 1:28’03”,  mentre Gabriele riesce a centrare il suo obiettivo per un paio di secondi!

Battiato

Scarica classifica completa della manifestazione

2 pensieri su “Mezza di Busto: acqua a volontà!

  1. nino ha detto:

    ritoccare il proprio personale è sempre cosa gradita. complimenti

  2. battiato ha detto:

    Grazie! Diciamo che col personale freddo e fatica si scordano più in fretta del solito!

Lascia un commento (ricorda, sei responsabile di ciò che scrivi)