Il Sommo Poeta “Sverniciatore”

Pubblicata il 21 febbraio 2013 nella categoria Racconti

Sotto titolo: L’abito non fa il monaco

A grande richiesta del nostro più assiduo visitatore online, il grande e unico “Basiglio” (non fare il coniglio esci dal tuo nascondiglio e indicaci il tuo domicilio), andrò a raccontarvi la non competitiva di Chignolo D’Isola.

Premetto che devo fare penitenza, essendo della redazione mi è scappato il ritrovo di Domenica scorsa con gli altri soci FDP, quindi mi sono sentito solo con il sommo Poeta detto anche Poeta Sverniciatore (chiedere a lui il perché, oppure sfidatelo in qualsiasi gara cosi lo scoprirete! ).

Orfano del suo Capitano Stubing, reduce da un’altra mezza dove ha abbassato ancora il suo tempo, e dallo Scoiattolo Sigi (non quello del’Era Glaciale), rifugiato ancora sui monti di Ardesio a scoiattolare con scoiattole e ghiande, decide di aggregarsi a me Skorpion/ Escorpion/ Scorpion/Scorpiù/ King Skorpion (a voi la scelta), cercando di lavorarmi psicologicamente e sfiancandomi per non battere il suo nuovo personale ottenuto a Lecco.

Come l’anno scorso, qui a Chignolo  ottima l’organizzazione, ritrovo, ristori e percorsi, prima di partire abbiamo incontrato una ex FDP, Testolina (sempre più bella).

Pronto via, si parte con passo molto blando, anche se il Poeta tenta di stuzzicarmi, ma senza esito positivo, riuscendo a farlo correre spensierato guardando prati, fiori, donzelle, e villette con lo sfondo delle montagne, e fin qui tutto normale e vi chiederete cosa centra “L’abito non fa il monaco”?

Semplice, a chi l’ho presentato dei miei amici, non ci credevano che mi avesse refilato quasi due minuti a Lecco, lui ti ha messo dietro, ma figurati se non lo batti, ma non vedi che pesi quasi la metà, ecc ecc.

Perfino a tre km dall’arrivo superiamo un gruppetto di runners, Il sommo Poeta li supera con facilità, io decido di stare lì con loro per non sprecare energia per Treviglio, il gruppetto al momento non reagisce, ma dopo alcuni metri di corsa,  esordiscono con una frase “finiamolo quello li”, e qui scattal’essenza dei FDP ” uno per tutti, tutti per uno”

Li supero agevolmente, affianco il Poeta e ad alta voce l’avviso che lo vogliono finire, il che ci ha fatto fare gli ultimi km  a 4:05 con un allungo del Sommo Poeta Sverniciatore al 3:40 ( li mortacci), ed è qui che il sotto titolo fa la sua comparsa.. L’abito non fa il monaco!

Sembra un trattore invece è uno sverniciatore!

Caro Sommo Poeta Sverniciatore, a Treviglio cercherò di sverniciarti.

P. S. Lunedi sera si è presentato in sede il nostro segretario Soldatino vestito da” Direttore della Banca” con camicia firmata con le sue iniziali “M P”.

La domanda è: vi ha posto le iniziali per paura che glie la fregano i colleghi (visto i tempi che girano in banca)?     😉

                                                                                                                                                                                                             Skorpion

2 pensieri su “Il Sommo Poeta “Sverniciatore”

  1. Soldatino ha detto:

    Caro Skorpion, sei un ottimo osservatore! Visto il contesto storico, la banca è diventata come la colonia trent’anni fa: è obbligatorio mettere le proprie iniziali sull’abbigliamento (tutto!).

  2. Skorpion ha detto:

    Comunque eri un figurino! ciao

Lascia un commento (ricorda, sei responsabile di ciò che scrivi)