Edizione Ordinaria: si ritira Tabu!

Pubblicata il 5 aprile 2013 nella categoria Racconti

Encomiabili dichiarazioni di affetto sono arrivate in queste ore seguenti al mio ritiro alla Mezza sul Serio e di questo, cari amici vi sono grato!

Ma veniamo ai fatti per coloro non fossero al corrente degli accadimenti:

PREMESSA

Nonostante il problema al tendine d’Achille infiammato riesco a correre un Marzo con buona continuità, senza però effettuare uscite lunghe che potessero farmi “ricadere” nell’infortunio.

Riesaminando il mese passato ritengo che lo stesso, in termini di frequenza di corsa, sia stato il mese con più uscite effettuate (21 uscite su 31 giorni) – merito dell’inizio di allenamenti quasi esclusivamente di mattina!

Morale della favola mi accingo ad affrontare la Mezza sul Serio con buone aspettative.

Peraltro nell’ultima settimana non riesco a staccare dagli allenamenti che proseguono fino a Sabato in quando voglio proseguire nel carico di lavoro.

Tanto la Mezza sul Serio sarà una mezza maratona interlocutoria ad altri obiettivi..

FATTI

Mi presento lunedì mattina a Gazzaniga e dopo poco incontro il Capitano (Sala) con un paio di amici, seguono a breve Rasta e Skorpion. Con loro si parla del più e del meno e di quanto faccia freddo pur non piovendo.

Come sempre il Capitano cerca di “confessarmi” chiedendo il pronostico sulla mia prestazione e dopo un po’ di mia titubanza gli butto lì un 1h35min.

Dopo essermi cambiato effettuo un breve riscaldamento e si parte!

Pur essendo ben cosciente del fatto che il carico di lavoro svolto anche a ridosso della gara non mi avrebbe consentito di essere brillante il riscaldamento mi aveva dato buone sensazioni e decido di partire con un buon ritmo! La partenza con triplice salita nei primi 2 km e il ritmo eccessivo impostato mi svuotano presto di energie tanto già a far fatica a recuperare sin dal 3° km, mi sento veramente imballato. Dall’ 8° in corrispondenza del rientro verso Gazzaniga in leggerissima salita la difficoltà aumenta e decido di rallentare il ritmo e di chiudere la mezza maratona a ritmo ridotto.

Una volta passato il 10km ri-inizia la prima salitella che decido di affrontare con un passo adeguato ma al termine della stessa sento un indurimento al polpaccio che fa presagire lo stato pessimo in cui sta il mio fisico in quel momento.

Rinuncio a proseguire per non peggiorare nulla.

Nella settimana precedente la gara avevo valutato la possibilità di fare una gara importante ed impegnativa ad Aprile che richiedeva di non perdere alcun allenamento ormai programmato nei dettagli, per questo non potevo permettermi di rischiare nulla.

Quindi nulla di allarmante Tabu è ancora in sella pronto per affrontare l’obiettivo principe di Aprile.. (non vi svelo di cosa si tratti in quanto non ho ancora deciso definitivamente se imbarcarmi nell’avventura).

GARA

La Mezza sul Serio, dal mio punto di vista, è una gara certamente ben organizzata con molta partecipazione locale. Il giorno di Pasquetta, a posteriori, l’ha forse un po’ penalizzata ma l’organizzazione è stata veramente ottima sotto tutti i punti di vista.

Il percorso è un po’ mosso ma non impossibile, a me piace, ed anche i tempi realizzati dai primi mostrano che la corsa non sia poi così “lenta”.

Resterà una di quelle mezze maratone a cui non voglio rinunciare perché vicine a casa e ben organizzate. Peccato per quest’anno.. arrivederci all’anno prossimo!

Tabu

Lascia un commento (ricorda, sei responsabile di ciò che scrivi)