100 km da sogno

Pubblicata il 18 aprile 2013 nella categoria Racconti, Resoconti

Domenica scorsa si è svolta la 5 edizione della 100km di Seregno alla quale mi ero iscritto senza molte speranze visto il mio attuale stato di forma.

Dopo l’incoraggiante trail della Ultrabericus però, ero più speranzoso.

Ma torniamo alla corsa, partiamo alla volta di Seregno verso le 5 e 30 io capitano Stubing Rasta e Petenì che fa l’esordio nel mondo delle ultra scegliendo la distanza dei 60 km, ritirati i pettorali e incremati a dovere ci dirigiamo alla partenza dove ci aspetta la fanfara dei bersaglieri per l’inno nazionale.

Il percorso è un anello di 20 km da percorrere 5 volte Alle 7.30 lo sparo, parto con il mio bagaglio di timori che si dissipano con il passare dei km,l’aria è fresca ed il sole splende in cielo. Nel secondo giro incomincio ad incontrare la coda dei corridori della 21 km partiti alle ore 9.00, il ritmo è buono, le gambe girano bene e quasi senza accorgermi mi ritrovo a fare il quarto giro salutato da un Petenì raggiante per la sua ottima prestazione..5:24:43, complimenti!

L’aria fresca ora ha lasciato il posto al primo caldo stagionale le gambe si appesantiscono ed ecco arrivare la crisi al 70 km complice anche il percorso che nella seconda parte presenta 3 sottopassi che con la stanchezza iniziano a farsi sentire.

Faccio un bel ristoro,cammino un po’ e ricomincio a correre,dopo qualche km la gamba ritorna pimpante e passo sotto il traguardo dell’ultimo giro con un passo che mi permetterebbe di finire in 8 ore e 30!!!!!,la mia mente inizia a fantasticare ma dopo qualche km la stanchezza si impadronisce di me e gli ultimi 10 km sono veramente duri. A circa un km dall’ arrivo nel parco alla porada il Poeta,venuto a incitarci,mi da l’ultima scossa di adrenalina e incredulo volo verso il traguardo chiudendo in 8:43:14 Un sogno! 10° assoluto!

Colgo l’occasione per salutare e ringraziare Marco un amico dei runners bg che si è offerto di farmi l’assistenza in bicicletta incitandomi per 100km e sopportando le mie imprecazioni. Un rimprovero invece a capitan Stubing che per 7 secondi non è rimasto sotto le 8 ore (non potevi fare uno scatto,in fondo per uno come te 100 km sono una passeggiata!).

A parte gli scherzi sei stato Bravissimo 8:00:07! 4° assoluto!

L’unica nota negativa è stato il ritiro di Rasta dopo circa 60 km. per problemi intestinali, sarà per la prossima Chiudo dicendo che la 100 km di Seregno ha un buona organizzazione e logistica con docce e parcheggio vicini alla partenza l’unico neo è il passaggio nel parco che con il passare delle ore si è riempito di gente venuta per trascorrere una giornata all’aperto e non molto rispettosa di noi corridori.

Ciao alla prossima

Sigi

Home » 100 km da sogno » 100 km di Seregno - 14 Aprile 2013
Sigi a Seregno.jpg
Sigi.jpg
seregno1.jpg
140413seregno_100km_foto_roberto_mandelli_170_20130416_1667887341.jpg
140413seregno_100km_foto_roberto_mandelli_201_20130416_1696468342.jpg
Petenì.jpg
Sala a seregno.jpg
140413seregno_100km_foto_roberto_mandelli_138_20130416_1967885620.jpg
2013-04-14 10.28.47.jpg
2013-04-14 10.27.57.jpg
2013-04-14 10.19.52.jpg
2013-04-14 10.19.47.jpg
2013-04-14 10.12.32.jpg
2013-04-14 10.07.52.jpg
2013-04-14 10.04.36.jpg
2013-04-14 10.03.50.jpg
2013-04-14 09.19.05.jpg
2013-04-14 09.16.42.jpg
2013-04-14 09.10.26.jpg
2013-04-14 09.10.06.jpg
2013-04-14 08.58.06.jpg
2013-04-14 08.57.53.jpg
2013-04-14 08.57.47.jpg
2013-04-14 08.57.34.jpg
2013-04-14 10.27.57.jpg
2013-04-14 10.19.52.jpg
2013-04-14 10.19.47.jpg
2013-04-14 10.12.32.jpg
2013-04-14 10.07.52.jpg
2013-04-14 10.04.36.jpg
2013-04-14 10.03.50.jpg
2013-04-14 09.19.05.jpg
2013-04-14 09.16.42.jpg
2013-04-14 09.10.26.jpg
2013-04-14 09.10.06.jpg
2013-04-14 08.58.06.jpg
2013-04-14 08.57.53.jpg
2013-04-14 08.57.47.jpg
2013-04-14 08.57.34.jpg
2013-04-14 10.28.47.jpg

Visualizza galleria completa

12 pensieri su “100 km da sogno

  1. Skorpion ha detto:

    Grazie per avermi menzionato, la proxy volta invece di batteri il cinque, ti do il dieci !!(scherzavo ) Comunque sono lieto di comunicare ai soci il nuovo nome d’arte del Sigi …..Lacrime del Sigi….. O …..Scoiattolo Lacrimante….. O…..Ol Piangina….
    Dite la vostra soci!!

  2. Skorpion ha detto:

    Correzione: batterti il cinque.
    Non: batteri il cinque
    mea culpa!

  3. Skorpion ha detto:

    Domanda a Peteni.
    Quando ho inviato le foto della gara a Luciano, quella che mi ha più colpito, è quella dove ci sei tu appena partito e con una serenità, sembri impegnato a vendere integratori al capo del ristoro, il bello che te la ridi mentre ti mancano 59,900 km all’ arrivo!
    La domanda è, quanto ci hai guadagnato ?
    Grande Peteni…

  4. sigi ha detto:

    piangina perchè mi lamento a volte che ho vari dolori ma poi capita che faccio bei risultati

    • TABU ha detto:

      Ah! Allora “Piangina” ci sta tutto!
      Ognuno ha i suoi obiettivi ma il “Piangina” ha spiattellato in questo primo terzo di stagione:
      Monteforte d’Alpone
      Ultrabericus
      100 km Seregno
      …da urlo!
      Vero che non ci sono gare di pura velocità legate ai tuoi problemini! Ma sul passo, caro “Piangina” fai paura!!!!
      ciao TABU

  5. predicatore Ro ha detto:

    Grande Sigi,a forza di piangere il Calcaterra comincia a temerti….
    non voglio interferire nelle vostre discussioni sul soprannome, ma a me è venuto Lacoste, si quella della maglietta tutti sappiamo cos’ è il simbolo ! Ciao campione Ro

    • Sigi ha detto:

      Grazie rosario,simpatica anche la tua idea,diciamo che è più delicata rispetto alle altre….auguri x l’operazione al menisco

      • TABU ha detto:

        Ottimo il suggerimento di Ro!Un saluto ed un in bocca al lupo per i problemi fisici! Beh anche scoiattolo lacrimante non era male!
        A proposito, un compagno Fo di Pe sentendomi lamentare per il problema al tendine d’achille che minerà la partecipazione a Padova mi diceva: mi sembra di sentire il Sigismondi…..caro Sigi ormai il nome di battaglia è d’obbligo! A te l’ultima parola…..
        Ciao TABU

Lascia un commento (ricorda, sei responsabile di ciò che scrivi)