Fosso di Zanica. Tra anguria, Meringa e Tiramisù

Pubblicata il 1 luglio 2013 nella categoria La Cremeria, Racconti, Resoconti

In una serata dal clima autunnale  (per correre, l’ideale) si è svolta venerdì sera a Zanica la 9°prova del Fosso, che ha visto circa 280 atleti tagliare il traguardo.

Per me, accompagnato da moglie e figli, si è trattato dell’esordio in questa manifestazione. Diversi  i Fò di Pe presenti, tra di loro  si distinguevano, Cespuglio per i boxer a righe  che lasciava intravedere sotto il pantaloncino da corsa e Virus per l’elegante maglietta della salute indossata sotto la canotta da gara.

La mia signora, ormai pronta al battesimo podistico (che avverrà venerdì prossimo a Mozzanica  dove, in contemporanea alla prova del fosso, si correrà una non competitiva) trovatasi di fronte ad un Virus così combattivo, non ha saputo resistere e l’ha ufficialmente sfidato. Nonostante le mie raccomandazioni di stare con i piedi per terra, e puntare inizialmente al Turri, quella voglia di sfida (ereditata non so da chi) l’ha portata a puntare subito in alto!

Per quanto mi riguarda sto attraversando un periodo travagliato, fatico a preparare le corse veloci a causa di un problema muscolare che mi affligge da oltre un mese e, solo nell’ultima settimana, ho ripreso assiduamente ad allenarmi, quasi esclusivamente in salita, privilegiando il potenziamento alla velocità. L’obiettivo è comunque quello di dare il meglio e disputare una buona gara. Mi piacerebbe inoltre, dare quella  bella pettinata, che non mi era riuscita nel 10000 di BG, alla Isa Labonia.

Il sogno più recondito e difficilmente realizzabile, è invece quello di vendicare il comportamento sleale tenuto dal  piccolo Angelino Bordogna, sempre in occasione di quel 10000m.  Si parte!

Nell’iniziale giro di pista se ne vedono di tutti i colori: Skorpion che parte al 3’ sperando che la moglie si illudesse di avere un marito veloce, il nonnino Bazzana che taglia all’interno pista convinto che il nipotino non si accorga della furbata e  il Virus  che cerca di fare lo sgambetto al Turri per evitare di essere l’ultimo ad uscire dal centro sportivo. Mi pare di essere preceduto da un esercito, ma non mi preoccupo più di tanto,  cerco il mio ritmo, decido di non consultare il crono e corro a sensazione. Sto bene e dopo un paio di km di assestamento, mi riesce facile velocizzare. Al 3°km eccola lì, la Isa, addosso! Dopo di lei, passo in breve anche le altre due agguerrite concorrenti, Belotti e Milesi.

Capisco di stare particolarmente bene quando  giungo al primo cavalcavia, salgo leggero leggero effettuando diversi sorpassi, non mi par vero!  Verso il 4°km arrivo a ridosso di Elisabetta Manenti, la top in campo femminile. La solo vista di questa atleta è solitamente per me, sinonimo di sofferenza, che molto spesso sfocia in agonia. Infatti,  da qui  inizia la vera gara. Si forma un bel gruppetto  che vede alternarsi alla testa: Manenti, Vaglietti ed il sottoscritto. Giunti al 6°km provo a dare uno strappo e tento  un allungo che darà buon esito.

All’ingresso del centro sportivo mi presento spalla a spalla con il solo Vaglietti, perché gli altri han perso i contatti. Durante  il conclusivo giro di pista, dopo aver compiuto  ancora due sorpassi, alzo gli occhi e, una ventina di metri avanti,  mi appare come in un sogno, un Angelo. Era proprio lui, l’Angelino Bordogna, in compagnia  dal Fò di Pe, Ivo Comprabene. Molti si illuminano davanti alle giocate di Messi, altri si vivacizzano di fronte alle forme di Belen Rodriguez, alcuni (per chi ci crede ancora) restano ammaliati dai discorsi del Silvio.

Zanica

 

Io vado in estasi quando mi trovo l’Angelino sotto tiro.  E’ un occasione imperdibile, ma non sarà facile pizzicarlo. Ai 150m dall’arrivo il Vaglietti da una frustata improvvisa che non mi sento di replicare, sono già alla canna del gas, è troppo presto per il volatone. Non posso rammaricarmi, tanti complimenti a lui. Ai 60/70m  tento invece l’affondo sulla piccola peste. Sono solo una decina di metri quelli che mi separano dall’Angelino, e vaiii!

Posso solo immaginare la mia postura e l’espressione del mio volto quando, con il cuore che mi sta uscendo dal petto, lo fulmino crudelmente a meno di 20m dall’arrivo. Lui molto sportivamente, quando si rende conto della beffa subita, riesce solo, con un saltello, a battermi una mano sulla spalla per congratularsi. Chiudo 45° assoluto, in 24’53”, un secondo dietro al Vaglietti e due dietro al Comprabene. Il garmin mi accredita di un ultimo km corso in 3.14”(considerando che ha calcolato la lunghezza totale in 7km, contro i 6.850 dichiarati dall’organizzazione, aggiungo 5” e  lo valuto 3’19”).

Cosa potrei pretendere di più?

Festeggio l’eccellente prestazione con l’abbondante anguria messa a disposizione, in quantità industriale, dall’ottima organizzazione. Anche Il terzo tempo riesce a regalare soddisfazioni insperate: il Fò di Pe Meringa, festeggia, offrendo la bellezza di cinque bottiglie di prosecco, la nascita del suo primo figlio, il piccolo Tiramisù.

Benvenuto tra noi!!!

Crema

16 pensieri su “Fosso di Zanica. Tra anguria, Meringa e Tiramisù

  1. Isa ha detto:

    dai Crema… e ti pareva che non mi citavi… ma sai quanta pubblicità che mi fai???!!! se tu fossi venuto ieri ad Adrara con me dopo aver fatto sta sparata a Zanica volevo proprio vederti… altro che i 10′ del VK del Coca in cui ti ho fatto innamorare… cmq ci vediamo alla prossima, adesso che sei in forma non puoi mancare!! dai dai che ti aspetto!!

    • crema ha detto:

      Non so se correrò a Mozzanica. Giovedì sera la mia contrada giocherà il Jolli sul sottoscritto nella corsa del palio. Tu intanto, dopo la bella pettinata, comincia a rifarti la permanente!

      • Isa ha detto:

        e se venissi a sfidarti al palio del tuo paese??? hihihi.. poi se ti batto ti tocca traslocare!!!!

        • Brontolo il Moicano ha detto:

          Isa,Isa…l’hai battuto nel 10000,quando il Moicano ti fece da lepre.Poi sappiamo benissimo che nn l’hai tirata visto che volevi risparmiarti per Adrara e…andata strabene direi,hai portato a casa la medaglia di bronzo.Crema se vieni a Mozzanica sfiderai il Moicano!!!A parte le frecciatine spiritose che lanci negli articoli…ricordo ancora il tuo stupendo articolo dopo lo Zatopek,eri stato molto sincero.Dimenticavo…grazie ancora per il tifo che mi hai fatto a Valbrembo.

          • Giacomo Rottoli ha detto:

            Brontolino ???? Qualche ripetizione di italiano non guasterebbe sai !!!

          • luca ha detto:

            Ti farebbe bene a te più che altro,anzi…aggiungi pure qualche ripetuta in pista,puoi migliorare il tuo personale

  2. Claudio (Cespuglio) ha detto:

    Complimenti Crema! ottima prestazione!
    Quanto alle righe sui boxer mi scuso con il pubblico presente ma purtroppo quelle a pois le avevo tutte a lavare!
    Alla prossima!

  3. angelino bordogna ha detto:

    Che finale!!!!!nelle volate fai paura, ma mi fa piacere approfitta di questo stato di forma complimenti !!!!mio figlio ha visto la foto ho dovuto dire che eri un ex-professionista di atletica leggera

  4. Giacomo Rottoli ha detto:

    Vorrei dire all’ amico Luca ( sai quanti Luca ci sono quindi identificati ) che : ” ti farebbe bene a te ” non è corretto. Quindi io mi impegno a fare delle ripetute ( di cosa non te lo dico ) ma tu e il Brontolo vi impegnate a rifare la terza media.
    Se sei il Luca Locatelli ricordati che potrei avere una certa influenza sulle tue prossime richieste di adeguamento salariale !!!!

    • Luca ha detto:

      Nel linguaggio parlato si usa spesso caro professore,e non è del tutto sbagliato nemmeno come forma scritta.Da quel che vedo ti consulti prima di scrivere,visto che hai già combinato parecchi guai nei tuoi articoli,quindi vedi di stare zitto.Oltre all’italiano,impara a parlare in faccia alle persone se hai qualcosa da dire.

  5. Giovanni ha detto:

    Nella prima parte non vedo errori da parte di Brontolo(Giacomo…leggi prima di scrivere),nella seconda parte Luca ha scritto la verità,nel linguaggio parlato è spesso utilizzata questo tipo di forma,quindi…non mi sembra così grave,addirittura da arrivare al punto di offendere,visto che Giacomo non mi sembra così perfetto,da potersi dare certe arie.Anzi,fossi io il gestore del sito,gli darei una bella tirata d’orecchie,visto non è la prima volta che provoca le persone,direbbe le cose al diretto interessato sarebbe sicuramente molto meglio.

  6. Vincenzo Locatelli ha detto:

    Approvo tutto ciò che ha scritto Giovanni.Giacomo la gente entra nel sito per esprimere le proprie opinioni,quindi falla finita!!!Se non sai cosa fare,vai in pista!!!Sfoga la tua rabbia correndo!!!

  7. Brontolo il Moicano ha detto:

    Però…ti fai proprio amare vedo!!!Giacomo non per offendere,ma hanno detto la verità.La prossima volta,se faccio una battuta al Crema,risponderà lui,impara a non mettere il naso,evita se riesci.

Lascia un commento (ricorda, sei responsabile di ciò che scrivi)