Sogno Mondiale

Pubblicata il 12 agosto 2013 nella categoria Resoconti

10 Agosto 2013 Mosca

Alle 12:00 ora Italiana, le 14:00 a Mosca, viene dato lo Start alla Maratona Femminile dei Campionati Mondiali di Atletica, che vedrà la partenza e arrivo dallo stadio di Luzhniki.

Tra le partecipanti, Valeria Straneo ed Emma Quaglia, due amiche inseparabili che addirittura mentre s’incrociano si danno il cinque, che vuol dire “avanti cosi”.

Valeria puntava a una gara da protagonista, e cosi è stato, già appena partita si è messa al comando, alla mezza maratona passa in 1:12:58, resta ancora al comando fino al 40 km, dove subito il sorpasso della campionessa in carica Edna Kiplagat, tenta di ricucire il distacco, ma le sue gambe cominciano a dolorare, ma la medaglia d’Argento non glie la toglie nessuno, con il tempo di 2:25: 58.

Ottimo 6 posto anche per l’amica Emma, che passa alla mezza maratona in 1:16:10 in 19^ posizione, la seconda meta della gara la fa in rimonta, recuperando sulle avversarie arrivando 6 in 2:34:16.

Tutte e due si sono portate dietro la loro amicizia per 42 km, si allenano e condividono tutte le esperienze belle, e purtroppo anche i momenti difficili delle loro malattie.

Valeria prima di entrare nella leggenda è stata male, e gli hanno tolto la milza.

Emma a scoperto che i suoi malanni dipendevano da una sindrome e si è fatta operare alla tiroide, poi per tutte e due la rinascita.

Due campionesse che danno l’impressione di essere due di noi, da prenderle da esempio per la tenacia che hanno  avuto nel riprendersi in mano “la vita”.Valeria Straneo

                                                                                                                                                              Skorpion

5 pensieri su “Sogno Mondiale

  1. Francesco ha detto:

    Bravo Skorpion, visto le tue consolidate doti di scrittore ti consiglierei di concentrarti esclusivamente sugli ottimi articoli che pubblichi lasciando perdere la corsa, quella fatta in prima persona, nella quale ormai la mediocrità (riferita alle tue scarse prestazioni) è all’ordine del giorno.

  2. Skorpion ha detto:

    Ciao Francesco.
    Ti potrei rispondere, che nella mia mediocrità sono arrivato settantunesimo in classifica generale del Fosso Bergamasco, oppure che ho migliorato il mio personale nella mezza mentre nevicava e dopo tre settimane l’ho ripetuto, e bla bla bla.
    La questione è che io non devo dimostrare niente a nessuno a parte me stesso, io corro perché mi piace, mi fa star bene fisicamente e mentalmente, ho avuto e ne ho la possibilità di far nuove conoscenze e amicizie, e ho guadagnato il rispetto, tutto ciò che manca a te!
    Io non mi sono mai permesso di criticare chi arriva dietro di me, perché tutti fanno la stessa fatica e ognuno corre per migliorarsi.
    Forse dovresti informarti sul vero senso della parola “sport”.
    Skorpion

  3. poeta ha detto:

    È proprio vero, l’invidia e la gelosia fan dire di tutto!

    • il capitano ha detto:

      Caro Francesco siamo stanchi e non sopportiamo i tipi come te che si permettono di criticare e si nascondono dietro una tastiera ti invitiamo a venire a correre con noi cosi ci dimostri la tua bravura …..ma prima o poi riusciremo a sapere chi sei perchè e’ da vigliacchi lanciare il sasso e poi nascondere la mano

  4. Francesco ha detto:

    Si nascondono dietro una tastiera? Lanciare il sasso e poi nascondere la mano?
    Ma che stai dicendo?
    Io per commentare ho inserito tutti i dati richiesti, nome e indirizzo mail, mi pare non sia richiesto il recapito telefonico o l’indirizzo di residenza.
    Non cè nulla che io nasconda, siete voi piuttosto che vi nascondete dietro dei fantasiosi soprannomi.(senza offesa, un pò infantile la cosa…)
    E poi ragazzi quanto siete seriosi, sorridete dai siete su “Scherzi a parte” se non ci fosse il buon Cucco sarebbe una noia mortale.
    Un saluto a tutti.

Lascia un commento (ricorda, sei responsabile di ciò che scrivi)