Giù nella valle! – Non competitiva di Almè per riprendersi

Pubblicata il 7 ottobre 2013 nella categoria Racconti, Resoconti

Ebbene sì è arrivato il momento di rendersi conto che dopo uno stop di 20 giorni il fisico è veramente in crisi al ritorno alla corsa.

Nonostante questo non potevo snobbare il grande ritorno di una mezza maratona (la mia distanza preferita) in Bergamo Città.

Come prevedibile non avendo chilometri nelle gambe e arrivando da una intensissima settimana lavorativa provo una grande sofferenza nella seconda metà della gara chiudendo  in  1h 41m.

E lì mi vien naturale definire il mio stadio attuale podistico: Giù nella Valle!

Una mezza maratona ben organizzata e con un tracciato particolare che a me è piaciuto. Forse l’unica pecca erano ristori compreso quello finale non fornitissimi.

Nonostante una prima presa di coscienza evidenzio come peraltro la mia mezza di Bergamo mi sia piaciuta per la condizione di sofferenza alla quale mi ha portato. Ho ripercorso le sensazioni della logorante maratona di Padova dove la sofferenza pura si era protratta per oltre 20km.

Dal mio punto di vista è lo stadio successivo alla sofferenza che determina il vero piacere del podista. E da questo sono ripartito.

Purtroppo mi sono reso conto che il lavoro mi assorbe in maniera intensa e non riesco effettivamente a conciliare pienamente la corsa con lo stesso. Per questo ho rimodulato il mio “ritorno podistico” con un programma nuovo che rivelerò ai posteri solo a risultati raggiunti.

E già oggi decido di mettere in cascina chilometri (25 km) con la non competitiva di Almè e le sensazioni sono state buone. Presenti diversi Fdp: Tabu, Ale, Matteo, Svengo, Velo, Vengo, Coscia, Soldatino, Ventesimo, Walter, Rota, Gigione.. e una quasi Fdp bionda e riccia che ha rapporti ravvicinati con un nostro socio “evoluto”. Il buon Svengo, purtroppo ci abbandona al 5 km.. non era al top.. ma ricordiamoci che ha avuto uno stop di oltre tre mesi e deve stare parecchio attento a non forzare il rientro.

Percorso veramente bello e anche fortunatamente asciutto che ha permesso per diversi tratti di fare anche un buon ritmo a chi voleva forzare un po’ di più. Ristori veramente ben forniti con gente molto cordiale, chilometraggio ben segnalato e tutto fila per il verso giusto compreso quindi anche l’aspetto meteorologico che ci permette di rivedere dopo una settimana addirittura un po’ di sole.

Ora resta solo che macinare un po’ di chilometri per chiudere la prima stagione fodipe!

Ecco le bombe:
in programma nell’ordine un 10.000, due mezze maratone e.. una maratona.

Questi i miei obiettivi di questi ultimi tre mesi con la speranza di portare a casa almeno un PB ma soprattutto, cosa più importante, stando attenti a non incorrere in problemi fisici che poi ci trasciniamo nel tempo e non ci permettono di correre in piena libertà.

Ciao ragazzi e buona corsa a tutti

TABU

2 pensieri su “Giù nella valle! – Non competitiva di Almè per riprendersi

  1. Luciano Blini ha detto:

    Ad onor del vero c’erano anche Sigi, Poeta e io (tra l’altro il Poeta mi ha asfaltato un paio di volte).

    • TABU ha detto:

      Scusate….ma non eravate fra i papabili partecipanti alle ore 7.51 quando io, matteo e svengo abbiamo deciso di partire in autonomia.
      ciao

Lascia un commento (ricorda, sei responsabile di ciò che scrivi)