New York per Onga

Pubblicata il 3 novembre 2013 nella categoria Resoconti

Domenica 3 novembre, 1.800 italiani hanno fatto parte dei circa 48.000 runners che hanno affrontato i 42,195km della Grande Mela, circa mille in meno dell’anno scorso (anche se la maratona era stata annullata), una cifra che, registra inevitabilmente un calo gravato anche dalla nostra crisi economica.

Malgrado questo – Stati Uniti a parte – l’Italia sarà la terza nazione più rappresentata dopo Francia (3.300) e Germania (1.896).

Ma i numeri dicono che in 923.991 italiani, dal 1970 al 2011, hanno tagliato il traguardo della Maratona di New York, e non è poco, pensando che è il sogno di tutti noi, correre la Maratona di New York.

Al via la vicecampionessa del Mondo  Valeria Straneo e Daniele Meucci, che rappresentano il top della Maratona Italiana.

I 48.000 i runners, arrivati da ogni angolo del mondo, sono scattati da Staten Island per poi attraversare, in un  colorato fiume umano, il ponte di Verrazzano.

Il primato maschile del percorso risale al 2011 e porta il nome del keniano Goeffrey Mutai, giunto al traguardo in 2h05:06 e testa di serie anche del cast 2013, mentre quello femminile risale al 2003, quando Margaret Okayo fermò il cronometro a 2h22:31.

Quest’anno la musica non cambia per la vittoria finale maschile, si riconferma G. Mutai in 2:08:24, al secondo posto in rimonta T. Kebede in 2:09.15, in terza posizione L. April in 2:09:45.

Mentre il nostro Meucci, arriva come primo europeo e in decima posizione con il tempo di 2:10:03, mentre Danilo Goffi in 2:32:22, si piazza 21° assoluto.

Avvincente la gara Femminile, per la rimonta di P.Jeptoo (Ken), in ritardo di oltre 3 minuti su B: Deba e T.T.Demisse, ma negli ultimi 12 km le ha prese vincendo la maratona di New York, con un time di 2:25:07, seconda B.Deba in 2:25:56, terza e prima Europea  J.Prokopcuka in 2:27:47, e dopo 35 secondi arriva Valeria Straneo che è arrivata 5° con il tempo di 2:28:22.

Per i Fò Di Pe, allo Start si è presentato con il pettorale 5400 “Onga” arrivando in Central Park dopo “4:08:23”(Classifica sul sito ufficiale)…..GRANDEEEEEEEEEEEEE

onga

Skorpion(spero di non aver dimenticato altri soci, Gerry risulta non partito..Ciao indiano)

3 pensieri su “New York per Onga

  1. Forvezeta ha detto:

    Ebbene si, seppur iscritto non mi hanno permesso di esserci, come a Los Angeles, Boston e S. Francisco. Tutte iscrizioni gettate al vento. Per scaricare la tensione mi sto rilassando nei bellissimi atolli dell’Oceano Indiano. Un saluto a tutti e complimenti per la Quisa.

  2. poeta ha detto:

    ciao gerry, rilassati un po anche per mè.

Lascia un commento (ricorda, sei responsabile di ciò che scrivi)