Roma-Ostia appuntamento da non perdere

Pubblicata il 9 marzo 2014 nella categoria Resoconti

Roma-Ostia appuntamento da non perdere

Una gara tutta da correre, così definirei la mia esperienza di questa trasferta a Roma per la 40^ Edizione della Roma-Ostia.

Veramente ben organizzata la mezza maratona più partecipata d’italia che ha accolto 13.500 iscritti. Questi numeri non sono un caso, ma è frutto di una logistica ed organizzazione veramente esemplare.

Da corollario la possibilità di visitare la capitale che come tutti sanno ha bellezze invidiabili a livello mondiale.

La mia trasferta prevedeva appoggio presso un albergo convenzionato con l’organizzazione (albergo Colombo) e questo permetteva di avere il bus navetta dall’albergo-partenza e dall’arrivo-albergo.

Certo, qualche dimestichezza con i viaggi, ci avrebbe evitato qualche errore di spostamento, ma, comunque ci siamo divertiti.

Purtroppo ogni viaggio ha un costo, ecco riepilogati i costi minimi della trasferta a Romana per 2 persone:

Aereo (Orio-Ciampino) andata e ritorno: 170 Euro

Albergo e navette gara: 120 Euro.

Movimenti in Roma metropolitana – aeroporto-centro: 44 Euro.

Pasti vari: 80 Euro.

Costo gara: 60 Euro

Veniamo alla gara: appuntamento in zona PalaEur a soli 5 minuti a piedi dall’albergo.

La zona di partenza si presenta ampia ed accogliente e Tabu accede alla 2^ griglia dei “BEST RUNNERS” e già partono le risate…

Il meteo è clemente e abbiamo nuvolosità ma non pioggia, temperatura ideale con 7°-8° partenza ore 9.15.

Si parte con decisione e determinazione, quella tenuta a mano in quel di Treviglio. L’obiettivo è quello di partire a ritmo palloncini fino al 12° km (dopo la salita centrale) e andare in progressione nella seconda parte (come mi suggerirebbe il mio coach Sommo Vengo).

Naturalmente parto invece a canna a 4.05m al km. Sto abbastanza bene, ma ho paura di cedere il passo per le mie solite partenze forzate. Per questo dopo qualche km mi stabilizzo su ritmi più calmi anche perchè il percorso è dritto, ma non è certo un biliardo. Ci sono in effetti due bei falsipiani ed in particolare quello di 1,5km all’undicesimo km veramente impegnativo.

A seguire belle discese corribili nella quale sfoggio addirittura un 3.55m/km.

A metà gara non mi sento male ma quando accelero leggermente mi sento delle vampate di calore che mi salgono in volto alchè improvviso uno spogliarello al 4.10 m/km con ilarità dei partecipanti e mi levo la maglietta termica con la quale ero partito legandomela comicamente al braccio.

Al 17° km, panico!!! In un momento di difficoltà mi sento arrivare da dietro i palloncini dell’1h30′ e mi dico …..anche stavolta va male…però il porta palloncino è un gran motivatore (incita a squarciagola in romanesco ao ragà dai che inizia il bello…. ao ve voio vedè tutti davanti a me al traguardo…ecc..) e mi da morale, inoltre probabilmente era in quel momento in anticipo sul tempo prestabilito.

Mi concentro, rialzo il ritmo e ridistacco i palloncini. La parte finale è scorrevole con una piccola salita di nuovo al 19 km e l’ultimo km è una festa. Sono veramente a pezzi, tento di fare la volata a 500 m, ma non ce la faccio…poi a 400 m ritrovo grinta e m’involo anche perchè sul tabellone l’1h28 stava diventando l’1h29…..fine 1h 28m 40s!!! Veramente stremato….

A seguire grand’organizzazione per: borsa di ristoro, the, giacca antivento, medaglia e ritiro borse e ritorno in navetta a Roma.

In conclusione ho perso la scommessa e le 10 pizze arriveranno puntuali domani sera in sede alle ore 21.15. Tanti i complimenti ricevuti e vi ringrazio… sono mancati solamente quelli dell’amico Runners Bg nonché “Predicatore” Rosario….forse perché ho limato il suo tempo di Treviglio di ben……2 secondi…?????

Se passi la pizza la offro anche a te!!!!WP_20140302_043-1

A presto TABU

2 pensieri su “Roma-Ostia appuntamento da non perdere

  1. predicatore Ro ha detto:

    Scusami hai ragione, quei 2 secondi lì mi sono rimasti sullo stomaco una settimana…
    poi ho pensato che 2 secondi tra master 40 e master 50 non siano proprio tanti… e ricordati che però non sono il mio record.
    Complimenti comunque è sempre difficile migliorarsi e ti meriti certamente un festone… sei sulla strada per diventare un grande, allenati che tutto è possibile.
    Ciao dal predicatore Ro

    • TABU ha detto:

      Dai predicatore lasciami qualche piccola soddisfazione dopo tante bastonate che mi hai rifilato!!!….io sono ancora master 35 quindi il divario è ancora più sonoro…però ricorda che noi abbiamo un master 50 che è come il buon vino e si mette a fare i PB da M50 (VDS Velo)…passa domani che…ci beviamo sopra!!! A presto! TABU

Lascia un commento (ricorda, sei responsabile di ciò che scrivi)