MARATONINA D’AUTUNNO

Pubblicata il 5 novembre 2017 nella categoria Resoconti

Questa 4arta maratonina di lecco non è male ma presenta un peccato, a mio giudizio, mortale che rovina tutto. Infatti i cartelli chilometrici sono disposti veramente male mi viene da dire quasi a caso;  ho alternato chilometri percorsi al 3’28” con altri al 4’23”. Questo in una gara fidal è impossibile da accettare anche se la lunghezza finale risulta corretta. Queste inefficienze vanno denunciate perché non si possono spendere dei soldi per l’ingordigia della federazione e forse anche degli organizzatori e poi non avere un percorso sistemato a dovere. Questa situazione è ridicola assolutamente ridicola. Ma partiamo dall’inizio. Venendo da Bergamo, giunti nel capoluogo lacustre non ho trovato alcun cartello ritrovo e sono giunto sul luogo solo perché sapevo dove era. La logistica e veramente una delle migliori che abbia visto. Partenza, arrivo, parcheggi (molto ampi), spogliatoi, deposito borse, ristoro, premiazioni, tutto in un unico palazzetto moderno bello e pulito. Il fronte partenza è largo e la prima curva distante. Il tracciato si snoda sulle ciclabili  che costeggiano il lago dove si alternano tratti lastricati con altri lunghissimi sterrati resi quasi campestri dalla tanto desiderata pioggia, spesso saltavamo le pozze ma quasi sempre ci correvamo dentro tanto erano grandi. Tutto il tracciato è ben presidiato e segnalato ma gli addetti ai ristori sono palesemente inesperti al punto da impedire, involontariamente, agli atleti di prendere i bicchieri. Vi sono anche alcuni punti che si corrono su strada, non chiusa al traffico ma comunque in sicurezza. In definitiva un percorso nervoso con molte curve tanti saliscendi e prevalentemente sterrato, reso ancora più difficoltoso dalle pozze e dal fango, però  affascinante con la vista costante sul lago.

Capitolo premiazioni.

Dove purtroppo almeno il 60% dei premiati non si sono presentati avendolo ritirato prima oppure delegato altri.

Una situazione imbarazzante.

Ultime due annotazioni, sono stati 328 i classificati. Vincitore maschile risulta essere, Bona Francesco del team “C S Aeronautica Militare”, con il tempo di 1h09’31”. In campo femminile vince Pasquale Silvia Maria, del team “N. Atl. Fanfulla Lodigiana”, con il time di 1h28’03”.  Fra questi unico fdp presente Velo Devo Dire, 1° di Cat. e 19° Ass. 1h23’10”  Questo è quanto abbiate una  buona pioggia.

CLASSIFICA MARATONINA D’AUTUNNO

VELO DEVO DIRE

——————————————————————————————————————–

 

Lascia un commento (ricorda, sei responsabile di ciò che scrivi)