4 PASSI IN CASA NOSTRA

Pubblicata il 24 maggio 2018 nella categoria Resoconti

Suona la sveglia e, sarà forse per il cielo plumbeo e uggioso, realizzo all’istante di non essere poi tanto carica per la gara che mi aspetta.

“4 passi in casa nostra”: sicuramente il nome fa pensare più ad una simpatica tapasciata che ad una skyrace coi fiocchi. Si tratta, invece, di una sky con partenza e arrivo dal centro sportivo di Sondalo (in provincia di Sondrio).

Il percorso (23km) vanta un dislivello positivo di 1700m suddiviso in tre salite: una prima breve e corribile, seguita da un ripido pendio in stile “vertical” e, infine, l’ultima e più tosta salita sul versante opposto della vallata.

Dopo una partenza sottotono, iniziata la salita i pensieri si dissolvono e mi ritrovo concentrata sulla gara, nonostante la pioggia, la fatica e gli avversari tosti.

Sei un puntino da qualche parte sulle montagne della Valtellina, con un pettorale sulla canotta e in quell’istante dare tutto quello che hai è la cosa più importante del mondo. L’unica cosa che importa. Bellissimo!

La gara mi è piaciuta molto. A partire dal percorso, bello e impegnativo con continui cambi di pendenza e di terreno, guadi e tratti tecnici che ho apprezzato, ad esclusione delle catene nella discesa finale. Infatti, a pochi km dal traguardo, dopo un pezzo scorrevole, si è proiettati verso la fine e non solo ti colgono di sorpresa, ma si potrebbe non avere la giusta lucidità per affrontarle.

Altro aspetto che mi è rimasto nel cuore è la passione pura e genuina che gli organizzatori e le persone del posto sul percorso, tante nonostante la giornata da lupi, han saputo trasmettere.

Infine, è stato molto stimolante vedere un livello altissimo e un ambiente super competitivo, che spesso non ho percepito neanche nelle gare su strada. Ho respirato, forse per la prima volta, l’aria di una vera skyrace.

Da menzionare anche le numerosissime gare dei bambini e ragazzi e la bella festa al centro sportivo che ha animato il post gara.

La competizione è stata vinta in volata, per soli 10″, da Gil Pintarelli (team Crazy/ G.S. Valsugana) in 2h05′ e in campo femminile dalla fortissima atleta di casa Elisa Desco (Atl. Alta Valtellina), in 2h37′.
Fo’ di pe presenti: Battiato che chiude in 2h47′ e Sara, che con 3h17′ si piazza 5^ nella categoria femminile.

Sara

Lascia un commento (ricorda, sei responsabile di ciò che scrivi)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.